“Alla riscoperta della nostra vocazione” – Lettera pastorale 2007

Carissimi, sorelle e fratelli, pietre vive della Chiesa Diocesana, dopo i giorni dell'Assemblea conclusasi con la solenne liturgia celebrata in Cattedrale per la festa della Chiesa locale, vi scrivo l'annunciata lettera pastorale.
Ho raccolto le abbondanti indicazioni scaturite dall'Assemblea e dal lavoro dei gruppi di studio, ma soprattutto ho invocato lo Spirito Santo per discernere ciò che è urgente e prioritario per la nostra Chiesa.
Pongo tutta la mia fiducia sull'efficace presenza dello Spirito. Gesù aveva detto chiaramente agli Apostoli che avrebbero ricevuto forza dall'alto e che avrebbe mandato su di loro il suo Spirito perchè ricordassero le sue parole e avessero il coraggio di annunciare, con la vita e la parola, il suo messaggio di salvezza fino ai confini del mondo (Gv 16,12ss).
Questa è la mia terza lettera pastorale e si pone in continuità con le altre due.
Nella prima ho cercato di indicare lo stile di vita che deve animare la Chiesa: camminare insieme verso la stessa meta ispirandosi alla carità di Cristo.
Nella seconda ho chiesto alle comunità parrocchiali di predisporre gli strumenti più adatti, raccomandati dal Concilio Vaticano II (Lumen Gentium, 33; Christus Dominus, 30; Presbyterorum Ordinis, 9), per realizzare la più ampia evangelizzazione. Infatti invitavo i parroci a istituire, dove ancora non erano presenti, i Consigli (Pastorale e per gli Affari
economici), segni della partecipazione dei laici alla vita della parrocchia.
Ripetevo inoltre l'esortazione, già presente nella prima lettera, a curare la formazione dei fedeli impegnati nella catechesi e nei servizi pastorali, per aiutarli a superare la fase della collaborazione e a raggiungere quella dalla corresponsabilità, affinché
possiamo dar vita a comunità capaci di 'mostrare un volto fraterno, aperto e accogliente, espressione di una umanità intensa e cordiale' (Nota Pastorale dell'Episcopato Italiano dopo il Convegno di Verona, 20).
Da questo anno pastorale vi propongo un cammino in prosecuzione a quello già fatto, ma nuovo nei contenuti: quelli dibattuti nell'Assemblea di settembre.
 
(...)
 
NOTA: quelle riportate qui sopra sono le prime righe della Lettera pastorale “”Alla riscoperta della nostra vocazione””, scritta da mons. Ceccobelli nell'ottobre 2007; la versione integrale potete visualizzarla aprendo il Pdf allegato.
“”

01-10-2007